barcellona-psg rimonta

Ha dell’incredibile quello che è accaduto ieri al Camp Nou. Mercoledì 8 marzo 2017, il Barcellona attende il PSG per il ritorno degli ottavi di Champions. I padroni di casa sono attesi da una mission impossible, ribaltare il pesante 4-0 subito a Parigi.

Luis Enrique in conferenza ha dichiarato di essere in grado, con la sua squadra, di segnare 6 reti e si aspetta la spinta dai tifosi, fattore importante tale da rappresentare il 12 esimo uomo in campo. Dunque i tifosi hanno trasformato il Camp Nou in una bolgia, mettendo paura agli avversari che sono scesi in campo quasi intimoriti da tanta grinta e furore. Infatti il gol non si è fatto attendere. Ecco dunque Suarez che approfitta di un Trapp incerto e segna la prima rete nei primissimi minuti. I padroni di casa hanno deciso di cambiare modulo e per l’occasione sono scesi in campo con un 3-4-3 sacrificando Jordi Alba a favore di Iniesta in mediana e Rafinha che agisce molto largo. Gli ospiti hanno risposto con il consueto 4-3-3 lasciando in panca Di Maria, eroe dell’andata, e mandando in campo Lucas Moura.

Il vantaggio mette le ali ai blaugrana che sfiorano il raddoppio in più occasioni salvo poi trovandolo grazie ad un colpo di tacco di Iniesta che provoca l’autorete di Kurzawa. Si va all’intervallo con il risultato di 2-0, il parziale dice quindi 2-4, dunque PSG ancora ai quarti.

Alla ripresa la musica non cambia, rigore giusto trasformato da Messi ed è 3-0. Gli ospiti ormai sono in preda alla frenesia, non riescono più a controllare il match, vengono travolti dal tifo e dalla grinta dei Blaugrana. Così Emery decide di buttare fuori uno spento Lucas per far spazio a Di Maria. Ecco quindi che si accende Cavani sfiorando prima il gol con un palo e poi segnando il meritato 3-1 che gela il Camp Nou. Servono altri 3 gol ma ora diventa tutto più difficile perchè il tempo scorre. Tuttavia ecco che succede l’incredibile, all’88’ trova la rete Neymar, e dopo 3 minuti trasforma un rigore gentilmente concesso dall’arbitro per una presunta spinta di Marquinhos su Suarez che si lascia cadere, è 5-1. L‘arbitro concede ben 5 minuti di recupero e a 30” dallo scadere arriva la rete da chi non te l’aspetti, il giovane Sergi Roberto sigla il 6-1 e manda il PSG a casa mentre per gli ospiti è festa per tutta la notte, come se avessero vinto la Champions, ma in realtà e solo un ottavo di finale, ma nel modo in cui hanno ottenuto il passaggio del turno definisce questa vittoria davvero epica, scrivendo la storia in uno sport che non è mai banale. Il ciclo del Barcellona dunque non sembra ancora finito, e con la conquista della decima qualificazione consecutiva ai quarti di Champions, si candidano ancora una volta, per la vittoria finale del titolo.

Commenti Facebook