cristiano ronaldo

Davvero paurosa la prova espressa ieri sera da Cristiano Ronaldo nella semifinale di Champions League contro i cugini dell’Atletico.

Un vero “lavoratore” così si definisce. Un atleta prima di giocatore. Un vero uomo anche fuori dal campo, numerose sono infatti le donazioni effettuate dal portoghese per le persone in difficoltà.  Ma parliamo di cronaca e della tripletta realizzata ieri sera al Bernabeu che ha praticamente permesso a Zidane di ipotecare la finale.

Con i 3 gol di ieri Ronaldo sale a quota 103 sigilli in Champions, un vero record, nessuno ha fatto mai come lui. Diventano quindi 399 i gol con la “camiseta blanca”. Ha segnato 3 gol in più di tutto l’Atletico in questa competizione. Davvero un trascinatore. E’ inoltre il primo giocatore ad aver realizzato 2 triplette consecutive nella fase eliminatoria, ricordiamo quella contro il Bayern che ha permesso al Real di avanzare alle semifinali. E’ il primo giocatore a segnare più di 50 gol nella fase eliminatoria di Champions League. Ha segnato ben 88 gol in 86 match disputati con il Real Madrid.

Che dire, dobbiamo essere soltanto fieri di vivere questi momenti, ed essere presenti in questa epoca con i vari Messi, Ibrahimovic Buffon, Totti e altri che si sono ritirati qualche anno fa come Del Piero Nedved, Maldini, uomini che ci hanno fatto amare questo sport. Una epoca che non ha niente da invidiare a quella di Pelè, Maradona e il grande Milan degli anni 80/90.

Tornando al match di ieri, Ronaldo si è dimostrato ancora una volta decisivo nelle partite che contano. Magari in campionato in quest’ultimo periodo è un po’ in ombra, ma conserva le energie per la Champions, come abbiamo potuto vedere ieri ma anche qualche settimana fa contro il Bayern. Il portoghese ha quindi messo una seria ipoteca sulla finale di Cardiff, dove incontrerà la vincente tra Monaco e Juventus, ma anche sul prossimo pallone d’oro,  il secondo consecutivo.

Commenti Facebook