italiane in europa

Tutto sommato sono andati piuttosto bene gli ottavi di finale per le squadre italiane impegnate tra Champions e Europa League. In attesa dei sorteggi che sono in programma tra qualche ora, andiamo quindi ad analizzare nel dettaglio gli impegni delle 4 squadre italiane.

Juventus (voto 9): un voto alto per gli uomini di Allegri autori di una gara superlativa. Dopo essere andati sotto nel primo tempo ecco che con i cambi adottati dal mister la partita cambia volto. Fuori un esausto Barzagli, fuori ruolo sull’out di destra ed ecco Lichsteiner che dopo qualche minuto realizza un cross perfetto con gol di Higuain. Bastano un paio di giri d’orologio e la juve con 3 passaggi in verticale, ottimo quello di Higuain, porta Dybala da solo davanti a Lloris, è l’1-2. Di lì non accade più nulla e i bianconeri passano ai quarti. Gran merito sicuramente al tecnico autore di cambi decisivi, ma anche alla difesa, Chiellini e Buffon su tutti, e soprattutto a Higuain, autore di un match da incorniciare.

Roma (voto 8): dopo la sconfitta subita all’andata la Roma vince con lo scarto minimo al ritorno con un gol pregevole di Dzeko, che si dimostra letale e fondamentale in questi match così importanti. Così anche i giallorossi passano ai quarti, non accadeva da circa 11 anni. Gran merito a Di Francesco, allenatore spesso criticato ma che dimostra di avere stoffa e carisma anche in gare così importanti come queste.

Lazio (voto 8,5): dopo il 2-2 dell’andata non era facile riuscire a passare in Ucraina ma invece i biancocelesti vincono per 0-2 sul campo della Dynamo Kiev e passano il turno. Match dominato dalla Lazio dal primo all’ultimo minuto. Hanno loro la meglio sul possesso palla e sulle occasioni create, passaggio del turno meritato.

Milan (voto 7): dopo lo 0-2 subito a San Siro non era facile conquistare il passaggio del turno. Tuttavia il diavolo si presenta all’Emirates Stadium con rabbia e con l’entusiasmo giusto per cercare di conquistare il passaggio del turno. Arsenal poi fortunato a ottenere e realizzare un rigore inesistente che ha peraltro compromesso il match. Diamo comunque un voto alto agli uomini di Gattuso per la grinta, per averci provato. Infatti hanno dominato tutto il secondo tempo, hanno letteralmente assediato l’area di Ospina, autore di pregevoli interventi. Tuttavia il 3-1 finale premia gli inglesi che così passano ai quarti.

Il resoconto non può che essere soddisfacente. Nell’anno in cui l’Italia non parteciperà ai mondiali, in Champions approdano ai quarti ben 2 squadre, cosa che non accadeva da circa 10 anni. Gran merito dunque alla serie A che si dimostra essere palestra idonea per confrontarsi con i grandi club d’Europa.

Commenti Facebook