italiane in europa quinta giornata

Ormai siamo ad un passo dal sorteggio per la fase finale delle competizioni europee. Quando ormai manca solo una giornata al termine della fase a gironi, è utile fare un resoconto delle italiane in Europa.

Napoli (voto 8). Buona la prestazione dei partenopei che non potevano fallire nel match casalingo contro lo Shakhtar. Infatti dopo un primo tempo teso ed equilibrato, con poche occasioni vivide, ecco che nel secondo tempo sale in cattedra Insigne che dopo aver preso le misure alla mezzora ci riprova ad avvio di secondo tempo con il suo solito movimento, ma stavolta nulla può Pyatov che comunque sfiora ma non evita il gol. Tutto in discesa dunque per gli azzurri che poi segnano altre 2 reti. Ora sono a pari punti con gli ucraini che sono impegnati nell’ultima giornata nel delicato match interno contro il City (ormai qualificato), mentre il Napoli fa visita al Feyenoord ormai fuori dal discorso qualificazione.

Juventus (voto 6,5). Non ha subito gol, ed è questa la notizia positiva che aspettava Allegri che è tornato a schierare la difesa a 3 con Dybala e Cuadrado alle spalle di Higuain. Forse ha ritrovato la quadra del cerchio il tecnico dopo i 3 gol subiti a Genova con annessa sconfitta con la Samp. Il buon punto conquistato con il Barcellona rinvio il discorso qualificazione ma salvo inattese sorprese gli ottavi sono ormai alla portata anche perchè Olympiakos è molto lontano dalla squadra dello scorso anno ed è dunque battibile in casa quando ormai non ha più alcuna ambizione visto il sicuro ultimo posto.

Roma (voto 5,5). Ci si aspettava qualcosa in più dalla Roma, che ha giocato un match alla pari per 70 minuti salvo poi subire l’uno-due micidiale dei colchoneros che tornano così a sperare anche se devono fare risultato a Londra. Invece i giallorossi ospiteranno il Qarabag all’ultima giornata e dunque il passaggio del turno non è in discussione.

Lazio (voto 5,5). Lazio fin troppo rilassata ha ospitato il Vitesse con il pass per i sedicesimi già in tasca. Ed è forse stata questa consapevolezza che ha permesso ad Inzaghi di schierare le seconde linee. Dunque sono andati subito sotto salvo poi ristabilire l’equilibrio sul finire del primo tempo con un gol di Luis Alberto. Lazio che quindi sale a 13 punti, +4 sul Nizza anch’esso qualificato.

Milan (voto 6,5). Bocciato il solo Bonucci autore di un goffo autogol e comunque l’ex Juve in questi 3 mesi con la maglia del Milan non ha mai brillato ed è stato sempre autore di prestazioni insufficienti, forse la pressione della fascia o l’enorme carico di gestire la difesa avranno mandato in tilt il numero 19. Tuttavia il Milan vince 5-1 con doppiette di Andrè Silva e Cutrone, strano che entrambi giochino poco in campionato. Anche il Milan dunque blinda il primo posto a fronte di 11 punti in 5 gare contro i 7 dell’AEK Atene.

Atalanta (voto 8). Non ci sorprende più l’Atalanta autore ancora una volta di un’ottima prestazione a Liverpool sponda Everton. Vincono 1-5 a domicilio con doppiette di Cristant e Cornelius anche se Gomez ha sbagliato l’ennesimo rigore. Tuttavia la prestazione è sicuramente da elogiare, adesso attendono il Lione il 7 dicembre per giocarsi il primo posto. I bergamaschi hanno 2/3 risultati per mantenere la leadership del girone, importante in vista dei sorteggi che si preannunciano infuocati.

Commenti Facebook