dani alves

Con il 2-1 di ieri sera ottenuto contro il Monaco la Juve centra la sua nona finale di Champions League, la seconda in 3 anni. Davvero un buon momento di forma per la squadra allenata da Max Allegri, che appunto con Cardiff arriva la sua seconda finale alla guida della Juventus. Tuttavia, come ha già detto ieri sera Buffon, la finale non basta, bisogna vincerla. E ha certamente ragione il numero 1 della “Vecchia Signora”, uno che pensava di essere finito, come giocatore, dopo la finale del 2015, ma invece eccolo di nuovo qui, in gran forma, pronto per alzare quella coppa al cielo. Ancora decisivo ieri sera, sicuramente è uno dei migliori di questa annata chiudendo la sua imbattibilità in Champions al 69′, a causa di una distrazione della difesa su calcio d’angolo dove ne ha approfittato il giovane Mbappè, con 690′.

E’ stata, come all’andata, una gara targata Dani Alves. Suo l’assist per il gol di Mario, suo anche il lancio per Dybala (bravo Subasic), e suo il gol al volo che sigla il 2-0. E’ sicuramente l’uomo in più di Allegri, uno che sa come vincere una Champions, forse è stato comprato proprio per queste partite così intense e complicate. Non dimentichiamoci poi l’ennesima prestazione eccellente di Mandzukic, non solo per il gol, ma anche e soprattutto per l’ottima fase difensiva e i numerosi contrasti vinti.

Il sogno Triplete può continuare dunque e passa per queste 3 date. Si comincia con il match scudetto di domenica sera a Roma contro i giallorossi, basta un punto per il sesto scudetto consecutivo. Dopo qualche giorno, il 17 maggio, eccoli nuovamente a Roma per la finale di Coppa Italia contro la Lazio. Poi, soltanto passerella negli altri due match di campionato, prima con il Crotone e infine con il Bologna con il tecnico già in preparazione per il match del 3 Giugno a Cardiff. Soltanto 18000 i posti per i tifosi juventini, quasi ormai tutti esauriti. Infatti per gli ultimi posti si dovranno sborsare 2-3000€.

Mese intenso dunque per la Juventus, che potrà diventare, finalmente, la Signora d’Europa.

Commenti Facebook