europa league manchester united

Questa sera con il risultato di 0-2 il Manchester United si porta a casa questa edizione dell’Europa League vincendo sugli olandesi dell’Ajax nella finale disputata a Stoccolma.

In una atmosfera surreale a seguito dell’attentato kamikaze che ha colpito proprio la città di Manchester una manciata di giorni fa, la squadra di Mourinho scende in campo con il pensiero alle vittime di quella strage.

Ma passiamo alla cronaca e alla finale in programma alla Friends Arena. Parte subito forte il Manchester che si porta in vantaggio 18′ con un tiro da fuori aria di Pogba complice anche una deviazione fatale di Sanchez. Mourinho ha preparato molto bene questa finale, lui che ne ha vinte ben 18/24. Ajax invece molto timorosa e disordinata, in virtù della poca esperienza dei suoi giocatori, con una squadra di 22 anni di media. L’uomo più pericoloso è Traorè anche se marcato molto bene dal nostro italiano Darmian.

Secondo tempo che non cambia musica anzi, al 48′ su calcio d’angolo ecco la deviazione di Mkhitaryan su sponda di Smalling. I Red Devils a questo punto non possono che gestire il match senza più nessun’altra emozione o azione da rilevare.

Va quindi al Manchester United questa edizione dell’Europa League, la prima nella loro stagione. Merito sicuramente a Mourinho per l’ottima preparazione del match, gara molto sentita che permette quindi ai Red Devils di qualificarsi per la prossima Champions League. Sicuramente dedicheranno questo trofeo alle vittime della strage di qualche giorno fa. Inoltre è lecito anche ricordare Ibrahimovic, che non ha vissuto questa finale da protagonista ma porta a casa quindi il primo trofeo europeo ottenuto contro la sua ex squadra Ajax, che l’ha visto crescere a livello calcistico e tra l’altro finale disputata a Stoccolma, patria del forte attaccante svedese.

Commenti Facebook